Posts Taggati ‘iniezione’

Resina espandente: test d’iniezione nel terreno

Scritto da admin on . Postato in Resine espandenti

Test d’iniezione con resina Uretek Geoplus®

Il metodo Deep Injections®, per il consolidamento e l’aumento della capacità portante del terreno di fondazione con iniezioni di resine espandenti, è stato sviluppato e brevettato dalla società Uretek srl.
Il materiale d’iniezione Uretek Geoplus® è già impiegato con successo in numerosi paesi europei.
L’Austrian Institute of Technology GmbH è stato incaricato, da Uretek Austria, di redigere una relazione tecnica basata sulla documentazione esistente e sui risultati di prove d’iniezione in scala reale.

 

Resine espandenti

PROVE D INIEZIONE IN SCALA REALE
Note generali – Strutturazione delle prove
Nell’autunno 2009 sono state condotte prove d’iniezione in scala reale con resina Uretek Geoplus® in un sito dell’AIT.

Scopo delle prove era dimostrare l’efficacia del materiale d’iniezione attraverso prove geotecniche di tipo convenzionale. In questo ambito erano previste indagini con il penetrometro leggero DPL, misurazioni del contenuto di acqua con sonda isotopica, la determinazione del modulo di deformazione dinamica con piastra di carico dinamica, nonché la realizzazione di prove di carico con piastra circolare (DN 600 mm).

Le prove si sono svolte su tre diversi tipi di terreno naturale, senza iniezione (terreno di riferimento) e con iniezione. Dal confronto dei risultati ottenuti con e senza iniezione è stata definita l’efficacia o l’azione migliorativa, sul terreno, della miscela iniettata.

Tutte le prove sono state realizzate in presenza di condizioni al contorno ben definite e riproducibili (densità a secco, contenuto di acqua, grado di compattazione), in modo da assicurare la comparabilità dei risultati.
Come substrati naturali sono stati utilizzati un terreno di natura non coesiva (calcare di Leitha), e due terreni coesivi (denominati Tegel e Löss). Le prove d’iniezione sono state realizzate in tre contenitori cilindrici riempiti con i tre terreni naturali.

In ogni contenitore è stato inserito un volume di terreno di circa 2,4 m3; i singoli terreni sono stati inseriti nei contenitori per la prova di riferimento (terreno non iniettato) e la prova di iniezione in condizioni pressoché uguali (densità e contenuto d’acqua).
Nell’ambito delle prove di carico, sui contenitori è stato applicato, in modo alternato, un elemento portante costituito da due supporti a “I” in acciaio, collegati l’uno all’altro mediante barre di acciaio. Il materiale inserito nei contenitori è stato sottoposto ad un carico mediante una piastra di carico, con diametro di 60 cm, completa di cilindro idraulico e pressa. L’assestamento della piastra è stato registrato con l’ausilio di quattro comparatori centesimali.

Iniezioni di resina espandente: nasce un metodo di calcolo sicuro

Scritto da admin on . Postato in Resine espandenti

Il sistema esclusivo per l’utilizzo delle resine per il consolidamento dei terreni

Speciale

Le iniezioni di resina espandente diventano matematicamente precise.

Ideare “il sistema” di calcolo in grado di supportare la progettazione del consolidamento dei terreni, in modo
matematico”, ha richiesto tutta la conoscenza, l’esperienza e la volontà di Uretek.
Il team tecnico di “ricerca e sviluppo” di Uretek (una rarità nel mondo delle resine espandenti), ha lavorato a lungo su questo progetto. Oltre ottocento giorni di intensa ricerca.

Oggi, il METODO DI CALCOLO URETEK darà certezza alla realizzazione dei nostri interventi. La tecnologia Deep
Injections® che per velocità di esecuzione, economicità e limitata invasività, sta ottenendo un grande e meritato successo, sarà così ulteriormente valorizzata.
Il METODO DI CALCOLO URETEK nasce già affidabile, in quanto testato e calibrato da numerose verifiche sul campo.
Gli obiettivi che consente di raggiungere sono precisi.

In primo luogo, permette di stabilire la fattibilità di un intervento. Occorre sempre, in prima analisi, osservare l’entità del danneggiamento di un’edificio e la conformazione fisico-meccanica del terreno su cui è costruito. Ogni terreno è differente, e per questo richiede interventi differenti.
Stabilito lo stato del danno, e la struttura geologica del terreno, si hanno i primi dati da immettere nel sistema di calcolo.
In modo preciso e documentato, il sistema stabilirà la fattibilità o meno dell’intervento.
Il secondo obiettivo raggiungibile col METODO DI CALCOLO, è la possibilità di stabilire con esattezza la quantità di resina Geoplus® da iniettare nel terreno.
È un vantaggio che fa sentire subito la sua importanza, perché consente di eliminare eccessi di resina inutili e quindi risparmiando.