Il nostro intervento di impermeabilizzazione in un caseificio

Scritto da admin on . Postato in Consolidamento strutturale, Resine espandenti

Caseificio Minozzo

Singolare intervento d’impermeabilizzazione di una vasca destinata alla raccolta di liquami suini presso il Caseificio Sociale Minozzo (RE)

 

“Il responsabile tecnico del caseificio da qualche tempo si era accorto di alcune piccole perdite di materiale che filtrava tra le zone di giunzione dei pannelli; c’era la possibilità concreta che il materiale impermeabilizzante originario si fosse deteriorato in alcuni punti con il rischio di filtrazione dei liquami nel terreno circostante la vasca.”

L’INTERVENTO
Nella produzione di qualunque tipo di formaggio, durante il processo di caseificazione, il siero di latte si separa dalla cagliata. Il siero, essendo ancora nutriente, viene utilizzato come cibo per animali che molto spesso sono suini.

E’ quello che si fa anche al Caseificio Sociale Minozzo, dove si producono giornalmente fino a 36 forme di buon Parmigiano Reggiano D.O.P. ciascuna del peso di 42 kg. circa.

IL PROBLEMA
I liquami prodotti dall’allevamento suino, vengono fatti decantare in una grande vasca rettangolare avente dimensioni di 31,0 x 17,0 m circa. Un setto centrale divide la vasca in due porzioni di 15,5 x 17,0 m ciascuna.
Di fatto, le due vasche sono costituite da una serie di pannelli, in calcestruzzo armato, larghi circa 2,4 m ed alti circa 3,8 m accostati l’uno all’altro.

Il responsabile tecnico del caseificio da qualche tempo si era accorto di alcune piccole perdite di materiale che filtrava tra le zone di giunzione dei pannelli; c’era la possibilità concreta che il materiale impermeabilizzante originario si fosse deteriorato in alcuni punti con il rischio di filtrazione dei liquami nel terreno circostante la vasca.

Prima che il fenomeno diventasse macroscopico il tecnico decise d’interpellare Uretek® con l’intenzione di utilizzare le resine espandenti per diminuire la permeabilità delle zone di giunzione fra i pannelli e bloccare le fuoriuscite.

Già nel 2007 la possibilità di utilizzare le resine Uretek® per impermeabilizzare ed impedire infiltrazioni in genere era stata presa in considerazione. Si sapeva che il materiale costituente la resina è di per sé impermeabile ed erano stati fatti test in tal senso nonché vari campi prova.

LA SOLUZIONE
Si decise d’intervenire utilizzando il metodo “colonnare” che prevede l’iniezione della resina nel condotto interrato, contemporaneamente allo sfilamento dello stesso, operato per mezzo di un estrattore idraulico a velocità di risalita controllata.

L’intervento, eseguito su 10 punti di giunzione, ebbe successo e le piccole infiltrazioni cessarono.

Visto il risultato positivo, il committente decise di estendere l’intervento ad una zona adiacente a quella già trattata e qualche mese dopo furono trattati altri 15 punti di giunzione per un totale di 25.

“L’intervento, eseguito su 10 punti di giunzione, ebbe successo e le piccole infiltrazioni cessarono.”

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento